scu

Senza titolo

 

EDIZIONE 2016 – Spettacolo vincitore:“La giuria decide di assegnare il premio offerto da Infogiovani allo spettacolo “The House – ” della compagnia Sofie Krog Teater.

Si é deciso di premiare la magìa, la capacità che ha il teatro di risvegliare il bambino celato in ognuno di noi. L’innegabile talento dei due burattinai è stato in grado di donare una ventata di aria fresca ad una tradizione che affonda le sue radici in un tempo molto lontano. Nonostante le molteplici difficoltà che questa particolare forma d’arte possiede, lo spettacolo appare allo spettatore spontaneo e naturale. Non è passato inosservato il laborioso impegno richiesto per la realizzazione della casa, palcoscenico di questo racconto, e per la cura nella creazione dei suoi abitanti. Un susseguirsi di esilaranti intrighi, in uno spettacolo che ha saputo coniugare un ritmo incalzante con un’attenta cura dei dettagli.

EDIZIONE  2015 – Spettacolo vincitore:“La giuria decide di assegnare il premio offerto da Infogiovani allo spettacolo “Fa’afafine – Mi chiamo Alex e sono un dinosauro” Teatro Stabile di Palermo.

Per la magia e la poesia racchiuse in un racconto trattato con leggerezza e innocenza fanciullesca.
Dopo una combattuta discussione, la giuria ha voluto premiare la drammaturgia accurata del regista, Giuliano Scarpinato, e l’interpretazione dell’attore, Michele Degirolamo, i cui elementi si sono fusi con gli effetti speciali della pièce in grado di coinvolgere lo spettatore in una realtà forte, ma non sempre ovvia. La spiazzante delicatezza con cui il tema é stato trattato ha colpito e stupito il pubblico composto prevalentemente da giovani.
Le emozioni e il conflitto interiore sono stati portati in scena unendosi alla fervida interpretazione del protagonista Alex, facendone uno strumento di fuga per non affrontare il mondo.

EDIZIONE 2014 – Spettacolo vincitore:“La giuria decide di assegnare il premio offerto da Infogiovani allo spettacolo “LINEA” della Compagnia Giovani Tiziana Arnaboldi.

Per le immagini coreografiche capaci di emozionare, nate dall’unione fra i corpi dei danzatori e i sessantasei bastoni in legno. Abbiamo voluto premiare sia il dialogo tra il movimento corporeo e la staticità lignea, espresso in giochi di volumi e linee in continua evoluzione, sia quello tra i danzatori professionisti e quelli in formazione. Ha inoltre colpito la capacità della compagnia di trattare il tema dell’unicità di ognuno nello scorrere del tempo. Il premio vuole essere un incoraggiamento alla compagnia per proseguire oltre i risultati già raggiunti e per consolidare la propria estetica nel panorama del teatro-danza. Ci complimentiamo con Faustino Blanchut, Carlotta Dionisio, Camilla Stanga, Eulalia Prisco, Luca Rampazzi, Debora Turiani, Tiziana Volanthen, Franacesco Colaleo e Francesca Linnea Ugolini.

EDIZIONE 2013 – Spettacolo vincitore: La giuria del concorso FRINGE/L’AltroFestival assegna il premio offerto da Infogiovani allo spettacolo “BRUNO”, di e con Elisa Canessa e Federico Dimitri, compagnia Progetto Brockenhaus.

Per la sua capacità di creare curiosità attorno alla figura di Bruno Schulz e per essere riuscita ad accompagnare lo spettatore nella dimensione di follia di quest’autore, con un allestimento impeccabile, attraverso immagini forti e oniriche generando sensazioni quasi fisiche. Abbiamo voluto premiare la profondità della messa in scena, la perizia attoriale, stilistica e registica con cui è stato presentato questo spettacolo e per il coraggio di proporre una tematica così importante e densa di significati ad un pubblico giovane.

EDIZIONE 2012 – Spettacolo vincitore: “La giuria decide di assegnare il premio offerto da Infogiovani allo spettacolo “Aspettando Ercole”, della compagnia Barabao Teatro.

Per la scelta di reinterpretare un classico con modalità e linguaggi innovativi nel rispetto di tecniche e linguaggi propri della commedia. Per la grande capacità di coinvolgere ed entusiasmare il pubblico, per la grande precisione e per la capacità di padroneggiare diverse tecniche espressive finalizzate alla creazione di personaggi dalla personalità sempre intensa e credibile”. “La giuria assegna inoltre una menzione speciale allo spettacolo ‘Stranieri’, della compagnia ZwischenTraumTheater. Per il coraggio di confrontarsi con un tema attuale e difficile, ponendosi in controtendenza al pensiero unico, con intensità ed ironia. Per l’ottima capacità di interpretare personaggi credibili con coreografia di grande impatto emozionale, mai gratuite ma sempre funzionali alla narrazione”.

EDIZIONE 2011 – Spettacoli vincitori: “In quanto giuria della 20° edizione del FIT/Festival Internazionale del Teatro, eleggiamo come vincitori ex aequo lo spettacolo“Somari” della compagnia Kilodrammi e lo spettacolo “Eroi in fumo” della compagnia La luna nel pozzo.

Abbiamo fatto questa scelta proprio per la grande efficacia di entrambi gli spettacoli, perché raggiungono il mondo degli adolescenti in modo diverso ma convincente. Da un lato, nello spettacolo “Somari” abbiamo notato l’espressione chiara del mondo giovanile, il colpo diretto dato da alcune tematiche forti dell’argomento, dall’altro in “Eroi in fumo” la capacità di nascondere o alludere in maniera più fine o astratta agli stessi e ad altri argomenti”

EDIZIONE 2010 – Spettacolo vincitore: “Il giorno prima dell’inizio del mondo” di Scarlattine Teatro /Luna e Gnac/ Michele Cremaschi .

“Dopo una combattuta discussione, la giuria giovani ha deciso di attribuire il Premio Infogiovani per l’originalità della reinterpretazione del mito della Creazione, per la particolarità stilistica delle soluzioni sceniche, di cui sono stati apprezzati sia l’utilizzo originale dei disegni e delle proiezioni video, sia la bellezza delle immagini create per mezzo del movimento, e per l’universalità del linguaggio utilizzato, che proprio per l’assenza di parole e l’alternanza di movimento, mimo, immagine, si offre a un pubblico internazionale ed è molto adatto a quello infantile, allo spettacolo ‘Il giorno prima dell’inizio del mondo’ di Scarlattine Teatro, Luna e Gnac, Michele Cremaschi.”

EDIZIONE 2009 – Spettacoli vincitori:
Sezione Teatro per le nuove generazioni (frequenza annuale)
“Dopo un’ accesa discussione, vista l’alta qualità di tutti gli spettacoli in concorso, si è deciso di attribuire il Premio Infogiovani alla compagnia Teatro del Piccione con lo spettacolo “Rosaspina, una bella addormentata”. Abbiamo apprezzato lo spettacolo per l’originalità della reinterpretazione della fiaba classica, per la bravura degli attori, per la bellezza della scenografia e delle ambientazioni e per la forte carica poetica delle immagini evocate.”

Sezione teatro adulti e ricerca (frequenza biennale)
Dopo un’approfondita discussione, la giuria si è trovata concorde sull’assegnare un premio ex-aequo.
Si è pertanto deciso di premiare:
“2.(DUE)” della compagnia Fibre Parallele Teatro. Per la rappresentazione di un’agghiacciante distruzione di una normalità tradita, che sfocia in lucida follia. La recitazione, straniata e sostenuta da rumori assimilabili al corto circuito in atto nel cervello della donna tradita dal proprio uomo per un altro uomo, arriva diretta allo spettatore, inconsapevole testimone di una tragedia della normalità.
“A Cirimonia” della Compagnia del Tratto, per la coerente ricerca drammaturgica e linguistica rappresentata con rigore e ritmo dai due bravi interpreti, che mettono in scena beckettianamente un fatto che, pur non appartenendo necessariamente ad un luogo specifico, ne assume tutte le sembianze grazie alla sapiente scrittura.